venerdì 18 settembre alle ore 20 PIATTO

per incontrarci, chiacchierare, mangiare i buoni piatti di Cristina e riprendere una socialità che a noi è molto mancata.

Possiamo mangiare tranquillamente in 20 distanziate a tavoli da 4 per le congiunte, o da 2 sempre per le congiunte o aspiranti ad esserlo, da 1 per le single. Con la mascherina che metteremo dopo il pasto. Le finestre saranno aperte. Si può mangiare sul balcone …anche appese al balcone… con apposite funi.

Quando prenotate specificate come volete il tavolo.

Entro giovedì alle 12.

Scritto in serate con Commenti disabilitati

venerdì 25 settembre alle ore 20 PIATTO

e alle ore 21,30 Anna Tabbia presenta

Tra pietra e acqua.

di Paola Novaria

Sui pantaloni lunghi srotolati

bianca una traccia è rimasta a segnare

il livello del mare.

Venezia e una donna potrebbe intitolarsi, sulle orme di Umberto Saba, l’ultima raccolta di Paola Novaria Tra pietra e acqua. Un percorso emotivo e sentimentale rappreso nelle forme altre e alte della poesia, tra rispecchiamenti e aneliti all’altro da sé.

Prenotate entro giovedì alle 12, specificando come volete il tavolo.

Scritto in poesia con Commenti disabilitati

venerdì 5 giugno 2020 alle ore 18

presentazione di Marisa Porello

CERCO UNA PAROLA /szukam slowa

Brevi discorsi sugli oggetti e rime di  Wislawa Szymborska

a cura di Vesna Scepanovic

Piu' che di un mondo nuovo, si tratta di uno sguardo costantemente rinnovato sulla realtà, caratterizzato dallo stupore, la meraviglia continua di fronte al mondo, espressa nelle domande che ricorrono nei suoi versi e si sintetizzano in due parole... NON SO.

«(…) Nel parlare comune, che non riflette su ogni parola, tutti usiamo i termini: “mondo normale”, “vita normale”, “normale corso delle cose”… Tuttavia nel linguaggio della poesia, in cui ogni parola ha un peso, non c’è più nulla di ordinario e normale. Nessuna pietra e nessuna nuvola su di essa. Nessun giorno e nessuna notte che lo segue. E soprattutto nessuna esistenza di nessuno in questo mondo.
A quanto pare, i poeti avranno sempre molto da fare.»

Prenotatevi per ricevere il link del collegamento almeno 2 giorni prima

Scritto in poesia con Commenti disabilitati

Venerdì 12 giugno2020 alle ore 18

continuiamo a parlare di poete con

Marisa Porello

poeta e scrittrice

Dal 29/2 al 21/3 (Giornata Mondiale della Poesia) Grazia Calandrone ha presentato nel programma di Radio3 “Da poeta a poeta”, all’interno di Radio3 Suite, dodici poete italiane viventi.

Marisa ne ha scelto per noi alcune e ce le presenterà. Sono poete poco note e la trasmissione di Calandrone è stata una bussola per orientarsi nel variegato e affollato panorama della poesia italiana contemporanea scritta da donne.

Prenotatevi per ricevere il link del collegamento almeno 2 giorni prima

Scritto in poesia con Commenti disabilitati

Calendario delle iniziative del mese di Maggio 2020

Programmazione online

Scritto in serate con Commenti disabilitati

venerdì 8 maggio 2020 alle ore 18

Cristina Bracchi e Luisa Ricaldone converseranno con Laura Fortini e Alessandra Pigliaru, curatrici del volume Abbecedario della differenza. Omaggio ad Alice Ceresa, nottetempo 2020.

Tredici anni dopo la pubblicazione postuma del Piccolo dizionario dell’inuguaglianza femminile (nottetempo 2007) scritto da Alice Ceresa, esce dal medesimo editore l’Abbecedario della differenza, volume a più mani nato da una giornata dedicata dalla Società italiana delle Letterate alla stessa Ceresa. Scopo del volume è di rileggere “le parole della scrittrice intessute a quelle del nostro presente”. Un modo nuovo di avvicinarsi a un testo che è stato uno dei pilastri del pensiero della differenza, una rilettura che crea un ponte fra passato e presente, e che ci segnala se una categoria concettuale sia ancora valida.

Prenotatevi per ricevere il link del collegamento almeno 2 giorni prima

Scritto in serate con Commenti disabilitati

venerdì 15 maggio 2020 alle ore 18

Margherita Giacobino della REDAZIONE DI ERBACCE

presenta

Bayer contro Aspirina – L’umorismo che resiste ai diserbanti

(DeriveApprodi 2019)

La storia paradossale ma vera dell’attacco sferrato da Bayer – proprio nel momento in cui acquisiva la multinazionale dei diserbanti, Monsanto – alla rivista Aspirina, raccontata nel libro edito da DeriveApprodi.

Dopo trent’anni di pubblicazioni, su carta e online, e a venti dalla registrazione del marchio, Aspirina è costretta a chiudere dalla sproporzione di potere tra un colosso farmaceutico e una rivista umoristica indipendente. Ma la storia non finisce qui, anzi ricomincia con un’inedita metamorfosi: mille Erbacce infestanti spuntano e danno vita all’ecoumorismo, alla satira, alle inchieste di Erbacce. Forme di vita resistenti ai diserbanti.

Bayer contro Aspirina – L’umorismo che resiste ai diserbanti

(DeriveApprodi 2019)