Venerdì 23 alle ore 20 riapre la galleria con un APERICENA

Care amiche,

in questa serata di riapertura vorremmo parlare con voi non solo delle iniziative e dei progetti che abbiamo in mente per quest’anno ( mostre, spettacoli teatrali…ect.) ma anche interrogarci sull’esigenza di avere uno spazio per affrontare e confrontarci sui temi importanti e controversi di questo periodo di cui ci sembra non si parli approfonditamente insieme. La maternità surrogata, per esempio, o la qualità del rapporto politico tra donne… e questo avverrà già nel prossimo incontro di venerdì 30 settembre con la presentazione del libro di Daniela Pellegrini LIBERIAMOCI DELLA BESTIA Ovvero di una cultura del cazzo, in cui lei ci parlerà del suo pensiero riguardo alla situazione delle donne, alla differenza sessuale, e al separatismo e delle sue proposte per un cambiamento.

Prenotate per l’apericena entro giovedì alle 12.

Scritto in serate con nessun commento »

Venerdì 30 settembre alle ore 21,15 presentazione del libro

LIBERIAMOCI DELLA BESTIA Ovvero di una cultura del cazzo

di Daniela Pellegrini a cura di Milli Toja

“Per prima cosa bisognerebbe scoprire la veridicità dell’esistenza a priori di ogni dualismo in ogni possibile contesto umano e in ogni individuo sessuato, sia esso maschio o femmina e anche quando non lo potessimo appurare e dato che tale dualismo ora ci appartiene, dovremmo studiarlo e tentare di praticarne il superamento.

Ho la presunzione che il come sia il compito storico delle donne.”

Alcuni punti su cui riflettere proposti da Daniela

“1. Che cosa è differenza e cosa fa le differenza?

2. Il separatismo ci libera realmente dalla seduzione del maschile?

3. L’autocoscienza è ancora una pratica trasformativa?

4. Quanti paradigmi possiamo immaginare fuori dal dualismo obbligatorio?

5. Come uscire dalla competizione procreativa e dal mito della maternità?”

Daniela Pellegrini fondatrice a Milano nel 1965 del primo gruppo italiano di donne, DEMAU, nell’81 ha fondato con Nadia Riva il Circolo culturale politico Cicip & Ciciap e ha gestito e finanziato la rivista Fluttuaria, segni di autonomia nell’esperienza delle donne.

Scritto in libri con nessun commento »

la galleria è chiusa per la pausa estiva e riaprirà a settembre. buone vacanze

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 6 maggio alle ore 21,15

presentazione del libro

MIA MADRE FEMMINISTA.

VOCI DA UNA RIVOLUZIONE CHE CONTINUA

di Luciana Tavernini e Marina Santini

con Luciana Tavernini e Milli Toja

«Ma doveva proprio capitarmi una madre femminista?». A partire da questa provocazione, una madre decide di scrivere alla figlia una lettera per spiegare motivazioni, sentimenti e vicende che determinano il suo essere femminista. Si avvia così un dialogo, una scrittura in relazione che parte da sé e dalle esperienze di entrambe, aprendosi a esplorare i rapporti con altre e altri. Un percorso sorprendente che si snoda lungo i temi della parola, del corpo, dei luoghi e del lavoro. Immagini, testimonianze dirette, un dialogo prezioso tra madre e figlia su un passato che rimane vivo nelle esperienze delle protagoniste del movimento femminista tra gli anni ’60 e il presente.

C’è tutta l’energia e la forza innovatrice di una rivoluzione che continua e può rigenerare il mondo comune di donne e uomini.

L’esperienza del femminismo si può trasmettere?

Ci confronteremo con LucianaTavernini, autrice e curatrice con Marina Santini di Mia madre femminista. Voci da una rivoluzione che continua. (Il Poligrafo, Padova 2015), e con Milli Toja, autrice di una delle testimonianze. Verranno proiettate alcune delle 100 immagini del libro.

Luciana Tavernini è madre di una figlia e un figlio. Partecipa alle attività della Libreria delle donne e della Comunità di storia vivente. Segue con Marina Santini la programmazione degli eventi del Circolo della rosa di Milano. A lungo insegnante di lettere, ha collaborato a testi scolastici e all’ipertesto Il secolo delle donne all’interno del progetto “Tutta un’altra storia – Laboratorio ’900”. Ha scritto, oltre ad articoli e recensioni, saggi di storia in particolare su Rosvita di Gandersheim e Cristina di Belgiojoso. Scrive poesie.

Scritto in libri con nessun commento »

venerdì 13 maggio dalle ore 20,30 Apericena

e a seguire, incontro con MARIAGRAZIA PELLERINO che ci racconterà della sua esperienza al Comune di Torino come Assessora alle Politiche Educative e dei suoi desideri e progetti per il futuro.

Prenotate per l’apericena ( offerto da Mariagrazia) entro giovedì alle 12.

Scritto in serate con nessun commento »

venerdì 20 maggio alle ore 21,15

proiezione del film

L’ETA’ D’ORO

di Emanuela Piovano

“Laura Morante è Arabella, una pasionaria del cinema. Da anni lotta per tenere in piedi un’arena cinematografica che ha restaurato e dove programma quotidianamente i film che più ama. Una passione totalizzante, mal vissuta dal figlio (interpretato da Dil Gabriele Dell’Aiera), diverso da lei in tutto. L’età d’oro è un commosso omaggio al Cinema che sa parlare del sé più intimo e delle aspirazioni.”

Scritto in video con nessun commento »

venerdì 27 maggio alle ore 20,30 Apericena

e alle 21,30 a grande richiesta replica dello spettacolo teatrale

con il primo pezzo sui PRANZI IMPOSSIBILI

LISTOLANTE CINESE

con Barbara Giannini, Silvana Strocco e Milli Toja

Iniziamo questa carrellata sui posti dove si potrebbe mangiare, se fosse possibile, da uno dei ristorante prediletti dalle donne: il ristorante cinese! Anzi il listolante cinese.

Come si sa, le cinesi sono molto permalose e se poi l’avventrice assomiglia a una giapponese…

Plenotate pel lo spettacolo e l’apelicena entlo giovedì alle 12 e non fateci allabbiale!

Scritto in teatro con nessun commento »

venerdì 1 aprile dalle ore 20 APERICENA

e alle 21,15 presentazione del libro di Valeria Gennero

LA MANOMISSIONE DEL GENERE

a cura di Elena Bigotti

Quasi ogni giorno le cronache giornalistiche descrivono la lotta di gruppi che dichiarano di ispirarsi ai valori cristiani contro l’”ideologia gender”, un’entità minacciosa dipinta dalla Chiesa cattolica uno dei nemici più insidiosi per la società italiana. L’immagine del gender che viene offerta è però frutto di una deformazione caricaturale che ha poco in comune con la teoria di genere che è oggi riconosciuta in molti paesi come tra uno dei contributi intellettuali più importanti della seconda metà del Novecento.

Nel suo volume La manomissione del genere, Valeria Gennero racconta alcuni momenti decisivi nella storia della teoria di genere, dalle sue origini negli studi di antropologia al suo straordinario successo come categoria di analisi dei testi letterari. Nelle opere di due autrici come Adrienne Rich e Alison Bechdel, La manomissione del genere individua poi un esempio della continuità tra le lotte femministe degli anni Settanta e la teoria queer, uno degli sviluppi più radicali della riflessione filosofica sulla costruzione sociale dell’identità.

Prenotate per l’apericena entro giovedì 31 marzo alle ore 12

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 8 aprile alle ore 21,00

presentazione della mostra

RossoFuoco

di Mariella Bogliacino e Maria Erovereti

La mostra ROSSOFUOCO riunisce i lavori sul tema di Mariella Bogliacino e Maria Erovereti, autrici rispettivamente delle opere pittoriche VULCANI e delle immagini fotografiche FUOCO.

La ricerca di Mariella sui VULCANI ha avuto inizio nel 1999 ed è nata come sviluppo di “Magma”- supporti esagonali raffiguranti frammenti di lava, legati a loro volta al lavoro sulla dea Afrodite di cui Vulcano, dio del fuoco, era lo sposo. Realizzate soprattutto con gesso e colla, le opere si presentano come un amalgama dalla consistenza simile a quella lavica.

Il lavoro di Maria, FUOCO, è iniziato nel 1995 ed è l’evoluzione, e insieme una reazione, a quello precedente:“Immanenze”, realizzato mediante doppie esposizioni che richiedevano una notevole precisione tecnica. Entrambi legati alla natura – oltre al Fuoco sono stati sviluppati anche gli altri elementi Aria, Acqua e Terra – le foto riprendono soggetti in movimento attraverso lunghi tempi d’esposizione.

Le artiste si confrontano in una doppia personale presentando opere, che pur nella loro diversità tecnica, dialogano tra loro attraverso un tema caro a entrambe per la valenza simbolica: il legame con le profondità della terra e del nostro inconscio.

La galleria sarà aperta anche sabato 9 aprile, dalle ore 17,30.

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 15 aprile alle ore 21,15

Felicità
parole e immagini

a cura di Luisa Bistondi e Gabriella Montone

Dopo il giusto periodo di ” incubazione” per la scrittura e la stampa, stasera possiamo finalmente presentare il librino che raccoglie i contributi, in parole e immagini, della VI edizione dell’Iniziativa Letteraria Le Onde.
Come sapete, l’iniziativa propone alle amiche della Galleria di mettersi in gioco condividendo il piacere della scrittura, partendo da una parola, da una frase, una poesia di autrici da noi amate per farne saltare fuori racconti, impressioni e riflessioni, poesie, immagini e tutto quanto altro ci può venire in mente.
Il tema di questa VI edizione ce l’ha suggerito l’incipit di un racconto di Katherine Mansfield, Felicità.

Che farci se, svoltando l’angolo della vostra strada, vi sentite sopraffatta d’improvviso da un senso di felicità — una felicità assoluta — come aveste inghiottito un frammento luminoso di questo tardo sole pomeridiano
Felicità, dunque, una vera sfida: una parola, un tema arduo e ardito, controcorrente in questi tempi che non si possono certo definire felici. Ma nel corso della serata, attraverso letture flash e proiezioni di immagini vedrete da quante angolazioni diverse e originali viene affrontata questa parola, da ciascuna secondo la propria visione e sensibilità.
Una varietà che stupisce e fa anche riflettere.

Scritto in libri con nessun commento »

Ass. Sofonisba Anguissola

L’Associazione “Sofonisba Anguissola” che ha preso il nome di una pittrice cremonese del ’500, è stata fondata nel 1987 da un gruppo di donne di Torino impegnate sul terreno della pratica politica femminile e accomunate dalla passione per l’arte e dall’esercizio individuale di pratiche espressive. continua