venerdì 23 giugno alle ore 20,30

proiezione

del backstage del nuovo film

“ Il sentiero dei draghi”

e a seguire apericena per salutarci .

Prenotate per l’apericena entro giovedì alle 12.

Scritto in serate con nessun commento »

Venerdì 26 maggio

la galleria è chiusa per una importante riunione di programma. Riapriremo venerdì 9 giugno con uno spettacolo teatrale.

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 12 maggio dalle ore 18,30

Dopo il trasloco nella nuova sede del IV piano, Incontriamoci per parlare della strada percorsa insieme e del futuro, per pensare a cosa può ancora offrire questo spazio, a quale direzione intraprendere, a quali cambiamenti apportare.

Un incontro,  in cui mettere sul tappeto i problemi, i desideri, i bisogni, le proposte per una vera condivisione di  questo nostro Luogo unico.

concludiamo la serata mangiando insieme un ricco piatto…prenotate entro mezzogiorno  di  giovedì 11.( chi non riesce ad arrivare prima può raggiungerci più tardi per cenare insieme e continuare a parlare).

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 19 maggio alle ore 20,15 Apericena

e alle ore

21,30

Due pezzi teatrali

LA TRAGEDIA DELLE AUTO IN DOPPIA FILA

E

IL MUSEO DELLA FALCHERA

di Milli Toja

con Barbara Giannini e Milli Toja

come vengono prelevate le auto che vergognosamente parcheggiano in doppia fila? Sono tante e i mezzi sono pochi…certo che se si preleva malamente un Ferrari Testarossa…

e perché non creare un museo alla Falchera? Piena di reperti archeologici? Perché continuare a mettere quadri e statue in luoghi strapieni, tipo i musei del centro? Che poi per pulirli è un lavoro non da poco…vediamo come è possibile creare dal nulla un museo senza spendere un euro…o forse solo un euro…

Prenotate per l’apericena entro mercoledì sera.

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 24 marzo 2017 alle ore 20

Care socie, care amiche,

un evento storico!!!


Dopo quasi 30 anni (era il lontano 1988 quando tutto ebbe inizio) la Galleria delle donne di Torino cambia sede, rimanendo nello stesso palazzo ma spostandosi al 4° piano.

Dopo tanti rinvii e incertezze finalmente Venerdì 24 marzo riprenderemo alla grande le nostre attività con l’inaugurazione del nuovo spazio. Ci farà da preziosa cornice un’altra inaugurazione, la mostra di Olga Maggiora, artista torinese che conosciamo da molto tempo ma che da un po’ non ospitavamo con le sue opere.

Naturalmente vi aspettiamo tutte per festeggiare insieme i due  eventi con un’apericena alle ore 20.

prenotate per l’apericena entro mercoledì.


AVVOLGIMENTI /MODULAZIONI
mostra di Olga Maggiora
dal 24 marzo al 16 aprile

“Scultrice molto attenta ai rapporti delle sue opere con l’ambiente circostante, artista raffinata anche nelle incisioni, nei libri d’artista, nel disegno…Un lungo percorso che si snoda nel complicato ultimo mezzo secolo (…) Inutile cercare un andamento lineare (…) Il modulare e il comporre sopra tutto elementi metallici, negli anni settanta (…) una lettura astratta di una natura considerata con uno sguardo ampio rivolta anche alle relazioni con lo spazio, la luce il senso del tempo (…) Una tenue memoria delle figurazioni mitiche della modernità entra nelle opere di Olga Maggiora con un sincretismo colto, non privo di un lievemente ironico distacco, nei suoi rapporti, di certo non urlati, col gioco e, più evidenti, con un uso ricorrente e avvolgente, della geometria.”

dalla presentazione di Franco Torriani


L’inaugurazione per la socie e amiche dell’associazione venerdì 24 alle ore 21
Per tutte le altre persone interessate sabato 25 alle 17. Successivamente su appuntamento.

Scritto in news, serate con nessun commento »

Venerdì 10 marzo alle ore 20,30 PIATTO UNICO (piccolo apericena)

e alle 21,15  presentazione del libro

L’ALTRA VERGINITA’

di Ferdinanda Vigliani

a cura di Luisa Bistondi

“l’inizio dell’adolescenza, che a torto viene definita “ età ingrata”, è in realtà uno stato di grazia. Il desiderio, che è una forma di energia umana alta e nobilissima, si sveglia e si potenzia….

Purtroppo il mondo si incarica molto presto …di ri-orentare il desiderio, soprattutto nelle ragazzine, in una sola direzione: il principe azzurro. Quella meravigliosa energia a trecentosessanta gradi diventa un fenomeno banalizzato e liquidato come tempesta ormonale.

Questa è la vera perdita della verginità.

Ma per fortuna ci sono donne che riescono a ritrovare quella straordinaria energia e altre che sono riuscite a non perderla, che l’hanno conservata nel corso dell’età adulta e persino nella vecchiaia…”

Ferdinanda Vigliani, attiva nella politica e negli studi delle donne dall’inizio degli anni Settanta, è autrice di testi teatrali e regista televisiva. Nel 1995 è tra le fondatrici del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile e nel 2006 di ArDP, Archivio delle Donne in Piemonte. Per Rosenberg & Sellier ha pubblicato Non è per niente facile. La relazione tra i generi all’età del primo amore (2003).

Per il piatto prenotate entro giovedì alle 12

Scritto in libri con nessun commento »

venerdì 3 febbraio dalle ore 20,15 Apericena

e alle ore 21,30  incontro con Nicoletta Diulgheroff

il  “simpatico” e bisesto 2016 è alle spalle e siamo da poco alle prese con il Nuovo Anno!

E’ cominciato all’altezza delle vostre aspettative?
Se avete voglia di farvi un’idea di quale potrà essere lo scenario per ciascun segno zodiacale nel prosieguo del

2017

E soprattutto di verificare se l’aria è davvero cambiata o cambierà

venite in Galleria!

E che le Stelle ci siano sorelle!

Prenotate per l’apericena entro giovedì alle ore 12

Scritto in news con nessun commento »

venerdì 10 febbraio alle ore 21

mostra di SANDRA BARUZZI

CITTA’ NARRANTI

sandra baruzzi

inaugurazione con interventi di:

Milli Toja, Gabriella Montone, Anna Tabbia, Paola Novaria

“s’ergono una sul dorso dell’altra

in equilibri che restano sospesi”

Le città narrano. Sandra le ascolta.

Le città narrano le storie che in esse si svolgono, si avvolgono, si intrecciano;

le città narrano le vite da loro raccolte e custodite.

Sandra, orecchio proteso all’ascolto, fa tesoro delle parole delle città narranti.

E sono fiabe di città cullate da onde a banda larga,  di città danzanti a fior d’acqua o in acqua sommerse; sono racconti di rumori e logorii, di movimenti verticali verso l’alto dei cirri del cielo  o orizzontali verso l’altra parte del ponte:  l’importante è sinuosamente ergersi, allungarsi, protendersi, slanciarsi. In lungo, in largo.

In tempi di grande esodo possono comunque convivere una casa sull’altra, le dimore possono comunque conservare la vivacità dei colori sebbene il tetto dell’una sia le fondamenta dell’altra.

Queste sono le consolatrici parole delle città poeticamente sghembe di Sandra.

Anna Tabbia

Torino, febbraio 2017

Scritto in mostre con nessun commento »

venerdì 17 febbraio alle ore 20,15 Piatto unico (piccolo apericena)

e alle 21,15 incontro con Margherita Giacobino che presenta il suo ultimo libro

IL PREZZO DEL SOGNO

dedicato a Patricia Highsmith

“Pat ha venticinque anni, è insicura e spavalda, e solca a grandi passi le strade pulsanti di New York, il cuore batte per Carol. Carol è New York, e New York ha un senso solo perché esiste attorno a Carol- la, bella temeraria e fragile Carol. Nell’America degli anni Quaranta, Pat è una fuorilegge: ambiziosa e ferocemente indipendente, ama le donne e non intende nascondersi dietro a un matrimonio di facciata. Pat è Patricia Highsmith scappata dal Texas e da una madre dispotica ed egoista, per inseguire il sogno di diventare scrittrice…

Con una scrittura straordinaria, carezzevole e aspra, ironica e accorata, capace di vibrare in risonanza con le corde più profonde dell’animo umano, Margherita Giacobino ripercorre le appassionanti vicissitudini esistenziali di Patricia Highsmith, una delle più pungenti e interessanti scrittrici contemporanee…”

Prenotate per il piatto unico entro giovedì alle 12

Scritto in libri con nessun commento »

venerdì 20 gennaio

alle ore 20,30 APERICENA di finanziamento, per l’imminente trasloco della galleria e per l’acquisto di luci e schermo a parete da proiezione…

alle 21,15 presentazione di

CALENDARIO GINERGICO 2017

Ogni giorno c’è almeno una donna che ha fatto la Storia.

di Emiliana Losma

Il Calendario Ginergico è un calendario nel quale ogni giorno corrisponde al giorno di nascita di almeno una donna importante. Il calendario nasce dalla mancanza di conoscenza dei nomi di donne significative nella vita pubblica e nei più svariati campi del sapere umano. Ciò che accomuna queste donne è il rifiuto del ruolo attribuito dal patriarcato al genere femminile. Si tratta di donne che hanno ri-definito e re-interpretato il proprio stare al mondo, ma l’impostazione misogina di molti studi storici ha cancellato, occultato e/o ridimensionato la loro presenza. Oggi, tranne alcune fortunate eccezioni, questi nomi sono troppo spesso confinati in studi specifici ed elitari.

Il Calendario Ginergico è stato creato con l’obiettivo di diffondere conoscenze di storia delle donne attraverso uno strumento di uso quotidiano. Il rito giornaliero della lettura di questi oltre 900 nomi – unitamente a qualche breve informazione biografica – tesserà un filo tra le donne contemporanee e le generazioni precedenti rafforzando e consolidando l’emancipazione femminile.

Al centro del Calendario Ginergico sta l’energia femminile, la ginergia appunto. Ginergia intesa come strumento di ispirazione e fonte di impoteramento. Il pensiero e le azioni delle donne presenti sul calendario possono offrire modelli altri per la nostra visione della società e possono essere uno strumento di ispirazione per lo stare al mondo delle donne d’oggi.

Il Calendario Ginergico vuole aiutare le donne a riscoprire la propria genealogia e a trovare un nuovo radicamento proponendo esempi di ispirazione oltre i ruoli che il patriarcato da millenni vorrebbe attribuire alle donne.

«Mi sono presa il diritto di pensare e comporre un calendario in cui restituire alle donne presenza, continuità, azione, vitalità, sapienza e indipendenza nella vita pubblica – dichiara l’autrice Emiliana Losma – a mano a mano che la mia intuizione prendeva corpo mi sono resa conto che le donne presenti sui calendari o sono sante o si spogliano. Donne rette e donne disinibite sono due facce di una stessa medaglia, proiezioni di un desiderio maschile di limitare e/o possedere le donne non solo nel corpo, ma anche nel desiderio e nell’azione. Riprendendo uno slogan del femminismo degli anni Settanta del Novecento la logica che sta alla base del Calendario Ginergico è: né Puttana né Madonna solo Donna».

Accanto al titolo è stato scelto di inserire il simbolo della doppia ascia minoica (Labrys), mutazione dell’antico simbolo della farfalla, emblema della trasformazione e dell’autonomia temporale e spirituale femminile.

Scritto in libri con nessun commento »

Ass. Sofonisba Anguissola

L’Associazione “Sofonisba Anguissola” che ha preso il nome di una pittrice cremonese del ’500, è stata fondata nel 1987 da un gruppo di donne di Torino impegnate sul terreno della pratica politica femminile e accomunate dalla passione per l’arte e dall’esercizio individuale di pratiche espressive. continua